Andrea Bacci

ritratto_bacci

Andrea Bacci nasce a Sant’Elpidio a Mare il 1524, filosofo, medico, scrittore italiano,si autodefinì “Andrea Baccius Philosophus, Medicus Elpidianus et Civis Romanus”.

Nel 1567 al Bacci fu assegnata la cattedra di botanica dell’Università “La Sapienza”, e nel 1586 Sisto V gli concesse la nomina di Archiatra Pontificio.
Pur continuando a scrivere su varie tematiche, ormai colmo d’onori ed avanti negli anni, il Bacci si dedicò finalmente a redigere il “De naturali vinorum historia”, trattato monumentale sulla storia dei vini.
Pubblicato nel 1596 è suddiviso in sette libri:

I -temi relativi alla vinificazione e conservazione dei vini;
II -consumo dei vini in rapporto alle condizioni di salute;
III -caratteristiche peculiari dei diversi vini;
IV -uso dei vini da parte degli antichi, specie nei conviti;
V -vini delle varie regioni d’Italia;
VI -vini che si importavano a Roma;
VII -vini dei paesi stranieri.

L’opera di Bacci, arricchita dei dati raccolti dalla letteratura greca e latina, propone annotazioni sul clima, sul paesaggio agrario, sulle iniziative economiche dei principi e delle popolazioni, sul carattere degli abitanti e sulle tradizioni conviviali dei vari Paesi.

Muore a Roma il 24 ottobre del 1600